TUTTOAGRARIA
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.
Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» Come moltiplicare la lavanda
Grevillea banskii...... EmptySab Mag 23, 2020 7:27 am Da agronomo

» Sovescio oliveto
Grevillea banskii...... EmptyVen Mag 22, 2020 6:51 am Da iaconolombardi

» Libri consigliati
Grevillea banskii...... EmptyVen Mag 22, 2020 6:41 am Da Sabrina1978

» Bando per l'abilitazione e bando per il ruolo programmi da studiare e decreto B011
Grevillea banskii...... EmptyGio Mag 21, 2020 9:14 am Da Sabrina1978

» Kit per coltura in verticale per balcone
Grevillea banskii...... EmptyMer Mag 13, 2020 7:20 pm Da giusta

» Albicocco attaccato da afidi
Grevillea banskii...... EmptyMer Mag 13, 2020 2:46 pm Da giusta

» Pesciolini d’argento
Grevillea banskii...... EmptyMer Mag 13, 2020 7:30 am Da samuele

» Classe B- 11 ITP come si accede
Grevillea banskii...... EmptyMer Mag 13, 2020 7:26 am Da arielcasa

» Come eseguire la moltiplicazione delle Hosta
Grevillea banskii...... EmptyMar Mag 12, 2020 7:50 am Da giovanni79

» Menta invasa da insetti
Grevillea banskii...... EmptyLun Mag 11, 2020 7:55 am Da giovanni79

» Sapete dirmi il nome di questa pianta spontanea
Grevillea banskii...... EmptyDom Mag 10, 2020 12:38 pm Da massimiliano

» Coltivazione piante grasse
Grevillea banskii...... EmptyDom Mag 10, 2020 12:30 pm Da ludovico

» Feromone per nottue
Grevillea banskii...... EmptyDom Mag 10, 2020 12:19 pm Da Sara

» L'allevamento della gallina ovaiola
Grevillea banskii...... EmptyMar Mag 05, 2020 8:04 pm Da gino21

» Condivisione materiale di studio B011 ITP
Grevillea banskii...... EmptyLun Mag 04, 2020 5:07 pm Da Sabrina1978

» Potatura lamponi
Grevillea banskii...... EmptyLun Mag 04, 2020 7:15 am Da tuttoagraria

» Potatura mirtillo
Grevillea banskii...... EmptyLun Mag 04, 2020 7:15 am Da tuttoagraria

» Substrato per mirtilli
Grevillea banskii...... EmptyLun Mag 04, 2020 7:11 am Da tuttoagraria

» Quante prove si devono superare classe di concorso B011
Grevillea banskii...... EmptyLun Mag 04, 2020 6:58 am Da tuttoagraria

» Mi presento
Grevillea banskii...... EmptyLun Mag 04, 2020 6:51 am Da lorenzobaglio

Agosto 2020
LunMarMerGioVenSabDom
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31      

Calendario Calendario

Tuttoagraria

Tuttoagraria

TuttoAgraria
PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE l'amministratore di TuttoAgraria
LA LUNA OGGI
Sito di qualità
I postatori più attivi del mese

Parole chiave

malattie  disinfezione  forum  forbici  pero  potatura  


InsectShop

Realizzo e vendo Cassette entomologiche
con tutti gli ordini da voi richiesti.


insect_shop@hotmail.com

Blog:

Richiedi subito un preventivo cliccando
sul seguente link:

Cellulare: 3489188759




Ads

Grevillea banskii......

Andare in basso

Grevillea banskii...... Empty Grevillea banskii......

Messaggio Da mark il Dom Nov 20, 2011 10:26 am


vi volevo parlare di questa pianta...

La presi in uno dei viaggi all'estero, quasi per egoismo: mi piaceva per il suo portamento di alberi- in viali e giardini- alti almeno 4-5 metri nonostante ero consapevole del fatto che qui non avrebbe uno sviluppo simile......... Suspect

ero convinto che qui nemmeno potesse fiorire!.... al tempo era un piccolo alberello, anzi... era un bastone alto poco meno di un metro, mozzato con qualche piccola ricrescita e quasi privo di radici.

non vi dico nemmeno le storie in aereoporto Suspect
la rinvasai in un vasetto molto piccolo (del 20, credo) e la misi in veranda.........

con il tempo le piante (felci, passi....) la coprirono e io me ne dimenticai (aveva pero' il suo ugello con l'acqua sempre disponibile).......
un giorno- mentre mi accingevo a fare pulizia di rami secchi/ foglie gialle- notai quella che era la mia Grevillea aveva delle belle foglie verdi e degli steli floreali; la spostai dunque e notai uno stelo pieno di fiori!!
così, tutto saltellante ( Shocked ), la rinvasai in un vaso più grande e la misi un po' più a vista Smile.....

fui felice anche perchè notai che era diventata davvero grandicella e scoppiava di salute......


ora eccovi qualche informazione tecnica sulla pianta Wink

Classificazione botanica:

Regno: Plantae
Subregno: Tracheobionta (piante vascolari)
Divisione: Magnoliophyta (ex Angiospermae)
Classe: Magnoliopsida (ex Dicotyledones)
Subclasse: Rosidae
Ordine: Proteales
Famiglia: Proteaceae
Genere: Grevillea
Specie principali: Grevillea banskii, Grevillea robusta, Grevillea rosmarinifolia, Grevillea wickhamii.



Curiosità:

Il genere è stato dedicato a Charles Francis Greville che fu uno dei fondatori della Royal Horticultural Society nel 1804.



Caratteristiche generali:

introduzione e luogo d'orgine
Il genere Grevillea appartiene alla famiglia delle Proteaceae e comprende piante originarie della Nuova Zelanda, della Nuova Guinea ma soprattutto dell'Australia dove è la pianta più coltivata negli spazi verdi pubblici e nei giardini in genere.

portamento e dimensioni
Sono piante a portamento arboreo ed arbustivo, sempreverdi. caratterizzate da una chioma molto bella con rami arcuati. La maggior parte delle specie sono di piccole a medie dimensioni, così come alcune possono avere portamento prostrato ed alcune diventare dei veri e propri alberi.

fiori
I fiori di per se stessi sono piccoli ma si ritrovano riuniti in infiorescenze formate anche da più di 100 fiori che danno quindi l'impressione di avere dei fiori di grandi dimensioni.
Nella maggior parte delle specie i fiori sono molto nettariferi per cui sono ottime piante per attirare insetti ed uccelli.

frutti
I frutti sono dei baccelli che contengono al loro interno due semi.



Tecniche culturali:

La Grevillea non è una pianta che richiede particolari attenzioni di coltivazione e può essere coltivata con successo all'aperto solo nelle regioni a clima temperato.

temperature di coltivazione
Le temperature di coltivazioni durante il periodo primaverile - estivo devono essere intorno ai 18-21°C mentre durante il periodo invernale non devono scendere sotto i 7°C.

annaffiatura
La Grevillea durante tutto il periodo primaverile - estivo va annaffiata abbondantemente in modo che il terreno sia ben umido (non inzuppato) e si lascia asciugare in superficie prima di procedere con la successiva irrigazione. In autunno e inverno si annaffia giusto il tanto da non fare seccare il terreno.
Se le temperature durante la stagione calda diventano troppo elevate, la pianta si avvantaggia di nebulizzazioni alla chioma.

tipo di terreno- rinvaso
La Grevillea si rinvasa ogni anno all'inizio della primavera utilizzando un terreno leggero, non calcareo, formato da terriccio da giardino mescolato con torba e sabbia grossolana per favorire il drenaggio in quanto non tollera i ristagni idrici. Preferisce terreni tendenzialmente acidi.

coltivazione in vaso
Se allevata in vaso si consiglia l'uso di vasi di terracotta che rispetto a quelli in plastica consentono al terriccio di respirare e quindi "correggere" eventuali errori di annaffiatura.

concimazione
Dalla primavera e per tutta l'estate si concima ogni due settimane diluendo nell'acqua di irrigazione un buon concime liquido diminuendo leggermente le dosi rispetto a quanto riportato nella confezione del fertilizzante.
E' opportuno usare un concime che oltre ad avere i macroelementi quali Azoto (N), Fosforo (P) e Potassio (K) abbia anche i "microelementi" quali il Ferro (Fe), il Manganese (Mn), il Rame (Cu), lo Zinco (Zn), il Boro (B), il Molibdeno (Mo), tutti importanti per una corretta crescita della pianta. Per queste piante è stato osservato che il Fosforo deve essere presente in quantità estremamente limitata.

potatura
Poco dopo il rinvaso, in primavera, prima della ripresa vegetativa, la Grevillea va potata abbastanza energicamente per regolare la crescita e per dare una bella forma alla pianta. La potatura favorisce la ramificazione e produce piante dal portamento più cespuglioso.



Effetti ''collaterali'' della pianta:

Le foglie di diverse specie di Grevillea possono provocare irritazioni nella pelle (dermatite da contatto). La sensibilità varia notevolmente da individuo ad individuo e tra le diverse specie ed ibridi. Gli ibridi che maggiormente provocano dermatite da contatto sono gli ibridi "Robyn Gordon" della specie Grevillea banksii che sono anche i più diffusi in coltivazione.



Malattie e Parassiti:

Non sono segnalate per queste piante particolari malattie o attacchi parassitari. Unica eccezione puo' essere la cocciniglia a scudetto che si annida sulle foglie provocandone l'ingiallimento.



Moltiplicazione:

La Grevillea si moltiplica per talea o per seme, anche se quest'ultima tecnica, è abbastanza difficile da realizzare in quanto i semi non hanno un'alta germinabilità.

scelta della tecnica di riproduzione
Nel scegliere la tecnica di moltiplicazione da adottare occorre tenere presente che con la propagazione per seme, subentrando la variabilità genetica, non si ha mai la certezza di avere delle piante uguali alla pianta madre, per cui se si desidera avere un preciso esemplare è bene fare la moltiplicazione per talea.

moltiplicazione per talea
In primavera si prelevano dai germogli laterali delle talee lunghe circa 7-10 cm assieme ad una porzione di parte legnosa.
Si consiglia di tagliare con una lama affilata e ben pulita nel primo caso per evitare la sfilacciatura dei tessuti, nel secondo caso, per evitare di infettare i tessuti.
Dopo aver eliminato le foglie poste più in basso, immergete la parte tagliata in una polvere rizogena (ormone radicante) per favorire la radicazione.
Successivamente si sistemano le talee in una composta formata da due parti di terriccio fertile (non calcareo) e una di sabbia grossolana.
Fate dei buchi con una matita, tanti quante sono le talee fogliari e sistematele nel vaso. Abbiate cura successivamente di compattare delicatamente il terriccio.
Si ricopre quindi il vaso con un foglio di plastica trasparente o un sacchetto messo a cappuccio e si sistema in una zona leggermente ombreggiata e ad una temperatura intorno ai 21°C avendo cura di tenere il terriccio sempre leggermente umido annaffiando senza bagnare le talee con acqua a temperatura ambiente e non calcarea. Ogni giorno togliete la plastica per controllare l'umidità del terreno ed eliminare dalla plastica la condensa che via via si forma.
Una volta che iniziano a comparire i primi germogli, vuol dire che la talea ha radicato. A quel punto si toglie la plastica e si colloca il vaso in una zona più luminosa, alla stessa temperatura e si aspetta che le talee si irrobustiscano dopo di che si possono trapiantare nel vaso definitivo e si trattano come le piante adulte.

moltiplicazione per seme
si effettua in autunno o all'inizio della primavera utilizzando gli stessi semi prodotti dalla pianta.
Un'operazione importante da fare prima della semina è la cosiddetta "scarificazione" vale a dire rendere lo strato esterno dei tegumenti del seme permeabile all'assorbimento dell'acqua e dei gas. Per far questo si immergono i semi in acqua tiepida e si lasciano in ammollo per circa 24 ore; oppure si può "graffiare" la superficie del seme con della carta vetrata a grana sottile. Fatto questo si possono seminare in una composta per semi.
Il terriccio di semina va tenuto costantemente umido annaffiando con un nebulizzatore che consente di dosare e distribuire meglio l'acqua (preferibilmente non calcarea).
Sarebbe opportuno che il vassoio con i semi sia ricoperto con un foglio di plastica trasparente o una lastra di vetro per garantire una temperatura costante ed evitare che il terreno si secchi troppo rapidamente.
Il vassoio si tiene all'ombra, ad una temperatura intorno ai 18-21°C e costantemente umido fino al momento della germinazione. Ogni giorno rimuovete la plastica o il vetro per togliere l'eventuale condensa che potrebbe essersi formata.
Una volta che i semi hanno germogliato si toglie il telo di plastica e si aumenta, via via che le piantine crescono, la quantità di luce (mai il sole diretto) e si assicura una buona ventilazione.
Quando le nuove piante saranno sufficientemente grandi da poter essere manipolate si prelevano facendo molta attenzione a non rovinare soprattutto le radici (usare ad esempio una forchetta per togliere la piantina dal terriccio) e si piantano in un terriccio come indicato per le piante adulte e si trattano come tali.

fonte: http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=grevillea&source=web&cd=1&sqi=2&ved=0CCgQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.elicriso.it%2Fit%2Fcome_coltivare%2Fgrevillea%2F&ei=0D2wTtT2HITJswbL0IBf&usg=AFQjCNGwTJop_7VFrwGMRPOA9rf-bUrYLA




detto questo vi posto foto della mia pianta Wink

questa è una visuale generale della ''chioma'':

Grevillea banskii...... Grevillea015


il tronco:

Grevillea banskii...... Grevillea017


alcuni degli ''steli'':

Grevillea banskii...... Grevillea006


e............. i fioriiiiii! Shocked Shocked

Grevillea banskii...... Grevillea016

Grevillea banskii...... Grevillea005

Grevillea banskii...... Grevillea007

su sfondo bianco:

Grevillea banskii...... Grevillea011


le foto sono di 2 settimane fa... ora sta allungando gli altri steli Smile
mark
mark
Super membro speciale
Super membro speciale

Messaggi : 333
Data d'iscrizione : 13.06.11
Età : 24
Località : Nord Italia

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum