Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» Coltivazione in verticale
Dom Mag 20, 2018 7:58 am Da arielcasa

» Diradamento chimico mele
Dom Mag 20, 2018 7:57 am Da luana

» L'innesto erbaceo della vite
Lun Apr 30, 2018 10:40 am Da agronomo

» marze piante da frutto
Dom Mar 11, 2018 11:07 am Da Filippo

» innesti, conservazione delle marze
Dom Mar 11, 2018 11:05 am Da Filippo

» Innesto melo
Dom Mar 11, 2018 11:03 am Da Filippo

» primo contatto
Mer Apr 26, 2017 11:17 am Da agronomo

» Semi di trifoglio
Mar Apr 04, 2017 10:42 am Da Antonella

» Melo portinnesti Geneva 11
Mar Apr 04, 2017 10:40 am Da Antonella

» galline non fanno uova
Dom Set 11, 2016 9:38 am Da Signor Pepperpot

» Bonus Occupazione
Sab Set 10, 2016 12:03 pm Da gioacchino

» UOVA FERTILI DI FARAONA GRIGIA
Gio Ago 11, 2016 11:24 am Da anna1

» Corso patentino fitofarmaci
Ven Lug 29, 2016 3:13 pm Da agronomo

» Vendo cassetta entomologica
Ven Lug 29, 2016 3:04 pm Da arielcasa

» Sono nuovo qui
Sab Lug 23, 2016 9:23 am Da tuttoagraria

» Sequoia Gigante
Mar Lug 19, 2016 7:45 pm Da mastrosimone

» [INFORMAZIONI]: Licuala cordata
Gio Lug 14, 2016 1:03 pm Da Agricoltore Toscano

» Foto alveare
Gio Lug 14, 2016 1:00 pm Da Agricoltore Toscano

» ape
Gio Lug 14, 2016 12:59 pm Da Agricoltore Toscano

» Gli oli 2T: consigli in rapporto al tipo di olio in uso
Gio Lug 14, 2016 12:49 pm Da Agricoltore Toscano

Mag 2018
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Tuttoagraria

Tuttoagraria

TuttoAgraria
PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE l'amministratore di TuttoAgraria
Giovan Vito Blonda
tuttoagrariablog@hotmail.com
LA LUNA OGGI
Sito di qualità
I postatori più attivi del mese
luana
 
arielcasa
 

Sondaggio

Per poter poter portare i trattori ci vuole il patentino chi di voi è d'accordo?

50% 50% [ 53 ]
50% 50% [ 54 ]

Totale dei voti : 107

Parole chiave

forbici  disinfezione  potatura  forum  


InsectShop

Realizzo e vendo Cassette entomologiche
con tutti gli ordini da voi richiesti.


insect_shop@hotmail.com

Blog:

Cellulare: 3489188759



Idroponica

Andare in basso

Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Gio Mar 17, 2011 12:15 pm

Cari amici forumisti,ho voluto inserire questo topic sperando che alcuni di voi dimostrino qualche interesse riguardo la coltivazione di piante senza far uso della terra che appunto viene chiamata idroponica. Certamente la coltivazione sul terreno ha e rimarra' con una base solida nel campo agricolo almeno in Italia. Ma le esigenze durante il conflitto mondiale e la necessita' ha fato nascere il desiderio di trovare altri metodi di coltivazione per soddisfare i bisogni degli uomini in armi disseminati nelle varie isole del Pacifico. Infatti nell`isola di Ascension. Gli S.U. in una base aerea inizio' a coltivare in 25 apezzamenti di terreno
ricopertodi ghiaia minuta ed irrorati di sostanze chimiche nutritive riuscirono a produrre 40 tonellate di verdure fresche, sufficenti per fornire cibo freso in in innumerevoli localita'.
La coltivazione idroponica comunque era gia' stata sperimentata fin dal 1699., ma fu poi dei scienziati tedeschi circa 100 anni fa riuscirono a fare una soluzione nutriente che poteva far crescere delle piante.Comunque tali ricerche rimasero soltanto negli ambienti sperimentali. fu soltanto nel 1925 il prof. Gerike in California porto' fuori dai laboratori questi esperimenti, riusci a coltivare dei pomodori con un spettacoloso risultato. in 9.2 metri quadrati riusci a produrre una tonellata di pomodori e le piante erano oltre i 7 metri di altezza.Oggi l`Olanda occupa il primo posto come produtrice di ortaggi coltivati nelle serre, molte delle quali arrivano anche in Italia.
Israele credo occupi il secondo posto dovuto anche a causa della scarsita' d`acqua
Si e' data da fare producendo tonellate di ortaggi.Recentemente mia figlia e mio genero si fermarono in Islanda, e con loro meraviglia trovarono delle serre dove coltivavano una grande varieta' di ortaggi. Le serre venivano riscaldate a vapore naturale, mentre fuori la temperatura era di 10 gradi sotto zero.A parte questi fatti eccezzionali;molti agricoltori si sono dati da fare, e la maggior parte sono rimasti entusiasti.Per prima cosa si constata che le piante che crescono e maturano con grande rapidita'. Occupano meno spazio che non nel terreno, Le piante sono piu sane
perche' non sono attaccate da bacteri a differenza nel terreno, non occorre estirpare le erbacce,la posizione e' meno faticosa per gli operai che lavorano nelle coltivazioni.
Rimane una questione che vorrei chiedere agli utenti di questo forum. Quanti di voi conoscono questo metodo di coltivazione? C`e' qualcuno che ha gia provato a coltivare ortaggi senza terra o ne e' interessato? Non molto tempo fa visitai vicino a Melbourne nel Victoria Un`azienda che coltivava rose in ben 36 module o serre
grandi come campi di calcio, altre coltivavano pomodori. Era una delizzia vedere
tutta quella moltitudine di piante stracariche di pomodori. Ma anche coltivando come hobby, posso assicurarvi avrete grande soddisfzione e posso affermarvi il gusto dei pomodori, sono superiori che non quelli coltivati sui terreni.Scrivete le vostre opinioni.
Saluto tutti

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da sandro il Ven Mar 18, 2011 8:00 am

Ciao Cristiano,
io coltivo da poco tempo pomodoro, cetriolo e lattuga con il sistema NFT (Nutrient Film Technique)
Ho un'impianto NFT in cui la soluzione nutritiva circola direttamente a livello radicale senza la presenza di substrato, scorre in canalette opportunamente inclinate e raccordate con un deposito centralizzato da cui, attraverso una pompa, avviene la distribuzione. Il sistema prevede il recupero della soluzione, che dopo aver apportato nutrimento a tutte le piante, viene convogliata in un serbatoio, per poi essere rimessa in circolo.

ti allego una foto per farti vedere come funziona il sistema

avatar
sandro
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 68
Data d'iscrizione : 12.03.11
Età : 64

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Ven Mar 18, 2011 10:51 am

Ti ringrazio per il, tuo scritto; conosco perfettamente questo sistema del Nutrient Film Technique. Viene infatti impiegato in larga misura in via commerciale. Generalmente pero'il nutriente non viene recuperato per il motivo che se ad esempio una pianta e' ammalata; puo contaminare le altre. Ma come hobby va benissimo. Io ho usato con il sistema a goccia (dreeping). Come media ho usato nei contenitori scoria vulcanica di sotto e perlite di sopra. Ho anche sperimentato il sistema flood and dry FD (innondare e seccare) con buoni risultati. Comunque in tutti i due casi li preferivo perche' potevo irrorare le piante da due a quattro volte al giorno, secondo il periodo stagionale soltanto per alcuni minuti, mentre il NFT devi far scorrere continuamente il nutriente, e certo con consumo maggiore di energia Elettrica.

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Dom Mar 20, 2011 7:23 am

COSA SIGNIFICA LA PAROLA IDROPONICA?
Crtamente molti di voi si saranno chiesti il significato di questa parola. E' stata presa dal Greco la parola "hudor" significa acqua.
mentre "ponos' significa lavoro. Poste assieme le due parole significano praticamente l`acqua che lavora. Quindi il nome e' appropiato. L`idroponia e' diventata una vera scienza molto versatile. Il fattore comune comunque in tutte le forme di coltivazione idroponica si tratta di coltivare e far crescere delle piante poste in un substrata o comunemente chiamata "medium'
di cui non contiene gli elementi per far crescere delle piante.
Basicalmente ogni pianta richiede questi elementi:
Acqua,anidride carbonica (carbon dioxide) luce (energia)
ed elementi minerali. Alcuni pensano vedendo una qualsiasi pianta che cresce sul terreno, sia la terra a darle il nutrimento.
Questo e' un errore perche' sono gli elementi minerali che si trovano nella terra a fornire il nutrimento necessario alle piante.
E la quantita dei differenti elementi minerali varia considerevolmente. Non sempre questi elementi si trovano con abbondanza sufficente per soddisfare il bisogno per la crescita e sviluppo delle piante. Questa e' la ragione che la codizione naturale del suolo puo' essere variabile particolarmente nelle coltivazioni commerciali. Molti coltivatori cercano di rimediare cercando di rendere il terreno fertile con dei concimi o cercando di correggere con additivi alla deficenza del terreno, spesso con scarso risultato.

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da diana il Lun Mar 21, 2011 9:44 pm

Ciao Cristiano...
purtroppo questa tecnica in Italia non è molto conosciuta!!!

diana
Membro
Membro

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da diana il Lun Mar 21, 2011 9:50 pm

Mio marito per esempio coltiva la lattuga con il metodo Aeroponica Consiste nel porre le piante su dei supporti in plastica o polistirolo disposti orizzontalmente o su piani inclinati, sostenuti da una intelaiatura, in modo da creare dei cassoni chiusi di sezione quadrata o triangolare, all’interno dei quali si sviluppano le radici. L’acqua con i nutrienti viene distribuita direttamente sulle radici con degli spruzzatori. Rispetto alla coltivazione N.F.T. l’ aeroponica consente una maggiore economia di acqua e di fertilizzanti. Gli svantaggi di questa tecnica sono la forte esposizione delle radici nude, per mancanza di substrato, le variazioni di temperatura, e infine il fatto che questa tecnica non permette, a causa della limitata ampiezza della struttura di supporto, di coltivare molte piante. ( soprattutto limita la coltivazione di quelle a taglia grande.)

diana
Membro
Membro

Messaggi : 21
Data d'iscrizione : 21.03.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Ven Mar 25, 2011 9:20 am

Cara Diana
La coltivazione aeroponica, e' un`altra innovazione nella coltivazione di piante. IN America sono riusciti con un sistema elettronico di sviluppare una nebbia che sale e rende umide le radici delle piante. Pero' sembra che i risultati sono scarsi. Anche con il sistema adottato da tuo marito, come tu stessa confermi, non sembra dare buoni risultati. In caso di malfunzionamento o un`interruzione di energia elettrica, corre il rischio di un fallimento completo. Comunque e' interessante che ci sono persone anche in Italia che si dedichino all`idroponica.

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Ven Apr 15, 2011 10:24 am

Cari amici, Stavo pensando in questi giorni riguardo lo scarso interesse che gli Italiani dimostrano verso la coltivazione idroponica, che e' una nuova tecnica nata si puo' dire nel 1925 che ha trovato il favore di molti paesi che hanno capito il grande valore che ha. L`Italia in fondo
non e' certamente un paese ricco e la popolazione e' in continuo aumento, inoltre e' soggetta ad un flusso migratorio da altri paesi molte volte clandestini cercano una vita migliore da voi.
La nuova tecnica di coltivazione idroponica riduce la spazio con una quantita' maggiore di vegetali, e quello piu' importante anche del tempo di crescita e maturazione.I lavori necessari per coltivare sono minimi.
Non c'e' bisogno di zappare o di sradicarer delle erbacce, puo' essere fatta anche da persone fisicamente inabili perche' si puo' coltivivare
i secondo un livello di altezza stabilito.E sorprendente quello che potreste ricavare nel balcone della vostra abitazione, ed e' piacevole vedere le piante coltivate da voi crescere sane e rigogliose.
E' un hobby molto interessante, che molti di voi potrebbero dedicarsi.
Ma prima di ogni cosa inizialmente dovreste spendere un po di denaro
per sistemarvi, ma una volta fatto, ricuperete quello che avete speso.
Bisogna assaggiare il gusto che ha l`insalata o i pomodori coltivati con questo sistema, posso assicurarvi che sono deliziosi. Molti pensano che bisogna impiegare un`illuminazione artificiale quindi abbastanza costosa.
Io non ho mai impiegato delle luci, soltanto in via sperimentale ho adoperato delle lampade al neon,per incrementare delle pianticelle appena sbocciate. Mi ero procurato una pompa ad immersione e un timer per chiudere ed aprire la corrente elettrica
due volte al giorno per due o tre minuti.Credo che anche voi potreste affrontare tale spesa.Altre piante d`insalata le coltivai su piattaforme gallegianti in scatole di plastica, senza bisogno di altri aggegi. Unica cosa necessaria e' uno strumento per misurare la conduttivita' del nutriente come pure il pH per sapere che non vi sia troppa acidita' o alcalinita'. senza di questi non potreste sapere come vi trovate con la coltivazione. Se posso esservi utile scrivetemi, avro' piacere di scambiare dei consigli e di riceverli anche da voi. ricevete un caro saluto

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da osvaldo il Ven Apr 15, 2011 12:23 pm

scusa Cristiano
sono molto interessato a questo sistema di coltivazione
mi potresti elencare tutto quello che vi vuole per iniziare da zero...

osvaldo
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 21.02.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da ettore il Ven Apr 15, 2011 1:19 pm

Cristiano abbiamo bisogno che ci spieghi un pò meglio tutti i passaggi per effettuare un piccolo impianto ...
se hai qualche foto sari grato
avatar
ettore
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 19.02.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Filippo il Ven Apr 15, 2011 1:30 pm

per intenderci meglio l'impianto di cui parli tu è il seguente?



la cosa mi appassiona molto...
viene messo sempre fuori giusto?

Filippo
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 65
Data d'iscrizione : 20.02.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Sab Apr 16, 2011 6:54 am

..............IDROPONICA.............
Carissmi amici Osvaldo, Ettoree f]Filippo assieme ad altri che hanno letto quello che ho scritto, vi ringrazio del vostro interesse a questa nuova tecnica. Vedete ragazzi (scusate se vi chiamo cosi, io ho 89 anni e per grazia di Dio ho ancora la mente lucida e cerco di utilizzarla per il bene di tutti voi) Cerchero' di accontentarvi nel meglio che posso farlo con circa 20 anni di esperienza in questo campo che affascina. Vi esorto di non essere precipitosi, perche' se vi succede di sbagliare qualche cosa, non date colpa a questa tecnica o che non avete abilita'. Vi dico, voi potete farcela se seguite delle regole precise che non sono difficili. Per prima cosa cercate qualche libro sull`idroponica, per formarvi una base. Quando io iniziai, mi trovavo in una libreria di seconda mano, trovai inaspettatamente un libro dal titolo: "Hydroponics for Australian Gardeners" (Credo che voi sapete io sono Australiano)
Incuriosito lo lessi da cima a fondo. L`autore aveva presentato questa descrizione in modo chiaro e facile. Mi procurai i primi elementi cioe'
Le miscele chimiche nutrienti contenute in due secchi. La ragione era che bisognava preparare una dose del primo secchio mescolando il quantitativo secondo le istruzioni in 10 litri di acqua. Altrettanto poi ho dovuto farlo con il secondo separato dal primo. Le due miscele erano concentrate dopo di che ho riempito un serbatoio con circa 20 litri di acqua, presi un misurino e versai una dose della prima soluzione nell`acqa, dopo averlo mescolato per bene versai il secondo misurino questa volta dalla seconda miscela. Mescolai di nuovo tutto il quantitativo, che si dimostro stabile.Vi dico dettagliatamente questo
perche' non si puo mescolare assieme le due parti in poca acqua altrimenti precipitano. Per capire quanta densita' avevo specialmente sapendo che ogni tipo di pianta assorbe un quantitativo diverso fra uno e l`altro. Questo avviene anche nelle coltivazioni sul terreno, di cui molte volte ci sono delle deficenze di uno o piu' elementi chimici che il terreno contiene. Mi ero procurato uno strumento che misura la conduttivita' dei sali disciolti nell`acqua. Provai lo strumento in un bicchiere pieno d`acqua. Lo strumento segnava zero. Poi presi un cucchiaino di sale da cucina, e immediatamente lo strumento sali al massimo. Cio' mi fece capire l`importanza di possedere questo strumento ben calibrato. Certamente voi chiederete, e' dove posso trovarlo questo strumento che misura la conduttivita elettrica.?
Ho trovato su internet che li in Italia ci sono parecchi negozi che vendono materiale per la coltivazione idroponica uno di questi potete vedere in questo indirizzo: www.idroponica.it un`altro e' www.growerplanet.it Probabilmence ci saranno altri nei grandi centri come a Milano,Roma ecc. Potete inoltre imparare moltissimo se andate su "You Tube idroponica" oppure in inglese "You Tube hydroponics"
Al caro Filippo diro' che la foto che hai mandato sul sistema e' quasi simile al mio. Con la differenza che mi ero costruito una serra fatta con fogli di plastica e rivestita poi con dei fogli corrugati di fibreglass trasparenti. Fuori della serra, scavai una fossa dove installai un fusto di 190 litri disteso a terra dove poi sulla parte che rimaneva fuori per circa 20 cm apersi una finestra rettangolare dove installai una pompa una valvola con gallegiante come nei gabinetti dove potevo riempire con la tubazione esterna d`acqua in piu' feci un foro dove il tubo di scarico della miscela nutriente ritornava ne fusto-serbatoio quindi veniva reciclata. La pompa ad immersione veniva azionata da un timer che metteva in azione la pompa due volte al giorno.Nella serra avevo piazzto altri due fusti di plastica pure di 190 Litri. Li tagliai per lugo in modo di avere quattro calotte.Feci quattro, chiamiamo: lettiere di tubi di ferro dove sistemai le calotte. Comperai poi della scoria vulcanica,che e' come pietrisco spugnoso color rosso cupo,Con questa ho riempito due terzi delle calotte. Precedentemente avevo fatto dei fori di scarico della soluzione dove sistemaii dei tubi chemandavano fuori la soluzione nel contenitore. Sopra la scoria poi gettai uno strato di perlite. sistemai dei tubi di plastica nera di 19 mm sopra le calotte da queste partivano dei tubicini innestati dove terminavano con dei dei dripper, che mandavano fuori la soluzione a gocce.
Una volta installato tutto misi delle piantine, potevo essere libero e assentarmi per dei giorni in quanto il sistema che avevo costruito funzionava magnificamente senza bisogno del mio intervento.
(continua)

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Sab Apr 16, 2011 7:06 am

Caro Filippo, siccome sono da poco in questo forum, vuoi spiegarmi come devo fare per inserire delle foto? Francamente non ho trovato nessuna indicazione come farlo, percio chiedo il tuo aiuto. Grazie

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Sab Apr 16, 2011 11:59 am

Grazie caro amico. ho letto l`informazione che mi hai mandato
ti sono molto grato, spero quanto prima di mandare qualche foto.
Ho piacere che questo mio umile lavoro e' stato apprezzato
Ricevi un caro saluto

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da ettore il Sab Apr 16, 2011 12:31 pm

Grazie
Cristiano ...
mi hai trasmesso questa immensa voglia di inizare a coltivare con questo sistema, anche se ancora ho un pò di confusione tra eroponica e idroponica!!!
Vorrei provare con delle piante di fragolina (Fragaria vesca) per capirci meglio fragolina di bosco!!!
avatar
ettore
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 60
Data d'iscrizione : 19.02.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Dom Apr 17, 2011 9:18 am

Benissimo caro Ettore.Dove vorresti coltivare le fragole, in qualche scatola di plastica o nei tubi di pvc? se vuoi coltivare nei tubi, cerca di trovarli che abbiano non meno di 125mm di diametro.Le fragole sviluppano un grande cumulo di radici. Altra cosa procurati una lente abbastanza forte, e ispeziona ogni settimana almeno, sotto le foglie che non si annidi il famigerato ragnetto rosso, che ad occhio nudo, non si vede e provoca grave danno alle coltivazioni.
Ciao ti saluto

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da matteo1 il Dom Apr 17, 2011 4:58 pm

Scusa Cristiano ...
che mi intrometto nella vostra discussione... una volta trovati i tubi in pvc ... non credo sia facile costruire il tutto!!!

matteo1
Membro
Membro

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 09.02.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Dom Apr 17, 2011 11:46 pm

Caro Matteo
La discussione e' aperta per tutti i membri del forum, incluso anche la tua carissima persona, ed e' quello che noi abbiamo bisogno di trovare una mano amica in ogni circostanza della vita per formare una societa' di amici, non di estranei. Costruire tutto e' facile se hai volonta' e un po d`ingegno. Durante il periodo bellico della seconda guerra. Fui imbarcato su un sommergibile Italiano. La parola d`ordine di tutti noi marinai era:"ARRANGIATI" Questo ha valso a sostenermi e portare la mia pelle sana a casa.Riguardo a mettere assieme un sistema idroponico occorre avere qualche attrezzo in casa, e credo che tutti piu' o meno hanno una sega un martello qualche pinza ecc.
Io abito a Melbourne in Australia, frequentavo una societa' di amatori in idroponica dove ci riunivamo assieme una volta al mese. Era incominciata con pochi membri, ma con il tempo avevamo oltrer 120 soci. Ci riunivamo a discutere sui vari aspetti di questa tecnica, ricevendo e dando dei consigli utili.Non vedo percio' che anche voi in Italia, specialmente chi abita nelle citta' non possiate fare altrettanto.
Ora abbiamo il computer che ci allaccia,Siamo come dire una societa' mondiale, possiamo scambiare informazioni e alacciare delle buone amicizie. Una sola cosa io temo, lo dico per mia personale esperienza, non lasciate che entri nel forum delle persone che usino delle prepotenze,un linguaggio osceno e che cerchino di intimidire tutti con degli scritti provocatori. Certamente noi ci affidiamo al buon senso dell`amministratore che controlli i messaggi, ed eventualmente le segnalazioni che potrebbe ricevere da noi.
Coraggio quindi caro Matteo puoi salire a bordo anche te. Ti saluto

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Lun Apr 18, 2011 10:50 am

(Continuazione)
Come descrissi l`arrangiamento che feci con i grandi fusti di plastica, si dimostrarono ottimi nella coltivazione di parecchi ortaggi. Ebbi la fortuna poi, di trovare vicino della mia abitazione in un apezzamento di terreno del comune; avevano costruito delle piscine pubbliche, Trovai abbandonati dei pezzi di tubi di plastica di 50 mm. Li portai a casa cercando il modo di utilizzarli nel mio sistema. Li tagliai formando degli anelli di 50 o 60 mm di altezza. In questi potevo piazzare un po di lana di roccia, che riempivo poi meta' da un lato, poi dopo aver posto una delle piantine dove prima avevo tolto il terriccio, lavando bene le radici e delicatamente infilai altra lana di roccia tanto da riempire tutta la parte interna di questi annelli. Le piantine sembravano come poste in un panino imbottito. Lasciai sporgere un po di radice e piazzai questi anelli sopra lo strato di perlite nei contenitori e li bagnai con un po di soluzione. Dopo tre giorni potevo affidare la cura delle piantine al sistema automatico senza il mio intervento. Questi anelli di plastica mi fecero risparmiare molto. Generalmente molti comperano dei blocchi di lana di roccia di 75 mm dove infilano in mezzo uno dei blocchetti di 30 mm che contengono le piantine seminate precedentemente. ma costavano quasi un dollaro l`uno. Io invece avevo comperato un sacco di lana di rocchia di 12 litri (Non so la ragione ma la lana di roccia viene misurata in litri e non in Kg) erano ben protette e potevano crescere comodamente. nel substrato. Piantai pure diciotto varieta' di pomodori in larghi vasi da fiori, ben presto arrivarono al soffitto, fui costretto a piegare le piante facendole crescere in senso orrizontale, credo di aver raggiunto i 7 metri di altezza. Piantai pure delle fragole in tubi pvc, le piante producevano dei fittoni che ho potuto sistemarli in vasetti traforati, e ben presto ho avuto tutta una parete di piante di fragola. Avevo comperato pure uno strumento per misurare il pH ma
non mi preoccupai tanto, sapevo che la soluzione era ben calibrata, e non avevo preoccupazioni di sorta.Unico inconveniente che ho avuto e' stato un`invasione di ragnetti rossi, e di mosche bianche. Per le mosche bianche mi fu facile eliminarle con irorazioni e delle carte moschicide gialle, dove le
piccole mosche si attaccavano. Non pero' tanto con i ragnetti rossi.Ero stato informato di usare degli insetti cannibali, si nutrono appunto di ragnetti, e delle uova che depongono.
Purtroppo pero trovai che questi insetti si propagavano con un ritmo assai inferiore di quello dei ragnetti. me li procurai dall`universita' di agraria di Sydney, ed erano abbastanza cari. Alla fine dovetti adoperare del Kelthane che e' l`unico insetticida adatto per i ragnetti.Quando spruzzai sulle piante, anche gli insetti cannibali ovviamente morirono. Ma salvai le piante

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da vivaiopiante il Mar Mag 03, 2011 7:03 pm

comunque mi hanno detto che si perde il sapore della frutta coltivata con questa tecnica ... è vero?

vivaiopiante
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 17.04.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Mer Mag 04, 2011 5:24 am

Assolutamente No!!! Ho sperimentato ben 18 varieta' di pomodori, erano tutti ottimi, particolarmente i Roma e Samarzano erano eccellenti. Ho coltivato insalata, era tenera e gustosa. Ora rimane una questione; com`e' possibile che perdano il sapore se le piante ricevono tutto il nutrimento necessrio?

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Gianfranco il Mar Mag 10, 2011 7:37 pm

bella questa tecnica ...
in Italia ancora è poco conosciuta... mi hanno detto che a Pachino in provincia di SR coltivano il pomodoro con questa tecnica il ciliegino!!!

Gianfranco
Membro
Membro

Messaggi : 28
Data d'iscrizione : 03.03.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Mer Mag 11, 2011 6:35 am

Mia figlia e mio genero si sono fermati in Islanda vicino al polo nord.
Ha visto una grande serra, riscaldata con il vapore naturale, dove coltivavano ortaggi, e illuminata con luce artificiale. Non ho potuto sapere che tipi di ortaggi,ma in quel paese dove ha 10 gradi sotto zero, e' una grande impresa.

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da cactus il Ven Mag 13, 2011 8:16 pm

bhe piano piano si sviluppa anche in Italia
bisogna avere tanta fede!!!

cactus
Membro
Membro

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 09.03.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Sab Mag 14, 2011 2:30 am

Si dice che gli Italiani hanno la mente sveglia. Mmm!! Alle volte ho dei dubbi. Anche Marconi ha dovuto andare in Inghilterra per trovare chi ascoltasse quello che lui sapeva riguardo la radio difusione. Soltanto dopo molti anni in Italia si sono svegliati.

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da vivaiopiante il Mer Mag 18, 2011 2:48 pm

eh si Cristiano purtroppo in Italia le cose arrivano sempre in ritardo...

comunque io ho letto tutti i suoi post è devo dire che li trovo molto interessanti ... mi piacerebbe molto poterla incontrare dal vivo e farmi spiegare bene questa tecnica idroponica ... ho un vivaio potrebbe essere una svolta!!!

vivaiopiante
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 17.04.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Lun Mag 23, 2011 6:44 am

Scusa il ritardo nel risponderti caro amico. Ho avuto qualche problema nell`allacciamento con il mio provveditore; comunque ora tutto ok! Purtroppo siamo un po lontani (solo 15.000 Km)Non e' quindi facile di poterci incontrare. Come gia dissi, sto rimettendo a posto nella serra che avevo costruito anni fa, adottando un nuovo sistema.
Avevo trovato parecchie scatole di polistirolo per il trasporto del pesce.
In alcune adoperai i coperchi di polistirolo dove con il taglia dischi feci una serie di fori, alcune scatole invece adattai dei coperchi con del legno compensato marino, ed anche in questi tagliai fuori dei fori adatti a contenere dei vasetti di plastica tutti bucati. Ho seminato poi dell`insalata usando dei cubetti di lana di roccia. Le piantine hanno incominciato a germogliare, feci in modo che arrivasse a un centimetro e mezzo di altezza sotto i vasetti contenenti le piantine , quindi un lieve spazio in modo che le piante ricevessero ossigeno prima che le radici trovassero la soluzione nutriente. Ho applicato un timer che mette in moto una piccola pompa in una vasca piena di soluzione. Questo funziona due volte al giorno. Da un tubo di plastica di 19 mm. sono allacciati dei tubicini di 4mm, uno per ogni scatola, mentre un`altro tubicino posto su un fianco in alto, all`altezza che deve mantenere la soluzione nutriente di ogni scatola, mantiene il livello che ho voluto e nello stesso tempo ricambia la soluzione che ritorna nel serbatoio. Ho trovato un po di difficolta' poiche noi siamo in pieno inverno, quindi le giornate sono piu' corte e la temperatura dai 8 ai 10 gr.C Comperai dei scalda acqua per le vasche dei pesci tropicali e nello stesso tempo, sto usando una piccola pompa ad aria per ossigenare la soluzione.
Ma non voglio andare oltre con le spese, comunque vedremo in seguito
se il mio esperimento funziona. In altre parole ho eliminato ogni tipo di substrato (media) Come il tipo N.F.T (Nutrient film tecnique) soltanto che le mie piante possono trovare molto piu' spazio per sviluppare le radici.
Ti saluto e tanti auguri

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da giovanna il Gio Mag 26, 2011 9:04 pm

Cristiano ...
ma sei un genio!!!
io al posto tuo fare un brevetto

giovanna
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 43
Data d'iscrizione : 18.03.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Sab Mag 28, 2011 6:52 am

No! Cara Giovanna, non sono un genio.Pero' voglio dirti di un detto Toscano in cui dice: "Chi non sa usare il propio cervello, e' meglio che se lo tolga e se lo fa friggere!" Certamente una mano lava l`altra dicono i cinesi,e tutte e due servono per lisciare il codino. Ma io sono Australiano molti di noi vivono in zone aride, o si trovano a viaggiare nel deserto, dove per centinaia di Km non vedi una casa soltanto dei radi arbusti e qualche piccolo alberello, eppure da questi sappiamo, nel bisogno ricavare dell`acqua da bere. Vediamo se qualcuno di voi indovina come facciamo.
Grazie ricevi un cordiale saluto

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Giuseppino il Gio Giu 02, 2011 7:39 pm

Cristiano ha scritto:No! Cara Giovanna, non sono un genio.Pero' voglio dirti di un detto Toscano in cui dice: "Chi non sa usare il propio cervello, e' meglio che se lo tolga e se lo fa friggere!" Certamente una mano lava l`altra dicono i cinesi,e tutte e due servono per lisciare il codino. Ma io sono Australiano molti di noi vivono in zone aride, o si trovano a viaggiare nel deserto, dove per centinaia di Km non vedi una casa soltanto dei radi arbusti e qualche piccolo alberello, eppure da questi sappiamo, nel bisogno ricavare dell`acqua da bere. Vediamo se qualcuno di voi indovina come facciamo.
Grazie ricevi un cordiale saluto

Cristiano dato che non ti ha risposto nessuno ... sono così curioso di sapere come si fa... svelaci come fate!!!
un'altra domanda ma in Australia che tipo di piante particolare coltivate?

Giuseppino
Membro
Membro

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 16.05.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da cosimo il Lun Giu 06, 2011 10:46 pm

si ho letto di questa tecnica ...
ho provato con il pomodoro, ma che pomodori ... peccato che poi mi sono trasferito in un'altra città è ho lasciato perdere tutto, avevo comprato tutto!!!

cosimo
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 06.06.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Mer Giu 08, 2011 6:13 am

A Giuseppino unitamente agli altri amici.
Mi dovete scusare se non ho risposto a quanto richiesto. Ho fatto un viaggio nell`interno dell`Australia e sono appena ritornato a casa.
Per prima cosa e' avvisabile per chi viaggia nella parte desertica, di portarsi oltre degli atrezzi e pezzi di ricambio per la macchina come le cinghie e tubi per il radiatore della macchina, provvedersi nel vostro bagaglio dei sacchetti di plastica.
In caso che si rimane senz`acqua basta infilare dentro nei sacchetti dei rami degli alberelli che generalmente si trovano che abbiano delle foglie. Con il caldo anche le piante trasudano, si formano quindi delle gocce d`acqua nel fondo dei sacchetti. Bisogna avere un po di pazienza e aspettare, ma si riesce a raccogliere abbastanza per soddisfare la sete. Un`altro metodo invece e quello di scavare una buca sul terreno. Riempito poi di rami verdi o ciuffi di erba. Nel centro della buca poi, si piazza un recipiente. La buca poi viene coperta con un telo impermeabile trattenuto con delle pietre. Al centro del telo propio sopra il recipiente si mette una pietra, in modo che formi un cono. Poi bisogna armarsi di pazienza e aspettare, dopo un`ora o due troverete che nel recipiente ha gocciolato dell'acqua, dovuto alla trasudazione delle piante. Ingegnoso no?

A Cosimo rispondero' alla sua domanda: "Che pomodori?" Ci sono una varieta' enorme di pomodori,dovuto anche a causa degli incroci. Ho citato due nomi:"Samarzano e Roma" conosciuti anche da voi.Ci sono altri tipi con nomi diversi,dovuto alla nazione in cui si vive.Se avrei descritto quelli che abbiamo in Australia, probabilmente non capireste, per es: Gross Lize, Ox heart.ecc.
Sta a voi di sperimentare e sciegliere quelli che piu' vi piacciono e che considerate piu' utili. Comprendi caro amico? A tutti estendo un cordiale saluto

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Tell il Dom Giu 26, 2011 10:05 am

Buongiorno Cristiano,
di recente ho avuto notizie del metodo di coltivazione idroponica, trovandola interessante, premetto di avere dei terreni e un orto tradizionale, inoltre in un terreno in zona montana utilizzo l'erba come substrato per le patate, con ottimi risultati già da 4 anni.
Ho usato dell'argilla espansa come mezzo di sostegno dei pomodori ( semi propri ) le scatole sono di cm 100x12x14 con 6 cm di acqua ferma, le piantine erano già in terra ( vasetti di semina, ho scoperto da poco questa coltivazione) ho pulito le radici e messe in questi vasi e argilla con acqua pura, infatti ho pensato che le radici devono adattarsi al nuovo ambiente, dopo 10 gg ho acquistato un fertilizzante a base d'alghe cercavo un prodotto biologico, ho iniziato con 50% della dose standard, poi dopo 7 gg ho raggiunto la dose consigliata, però notavo che la formazione delle radici si era interrotta, bruciata forse dal concime, in ogni caso le foglie seccavano e la crescita interrotta, allora ho seguito la mia idea, ho tolto il 50 dell liquido da una vasca ho messo il concime che mi sono preparato e dopo una settimana ho visto foglie verdi e crescita delle piante, le radici si stanno sviluppando in modo consistente. ph 8,4, ppt 065-077.
La prova è partita quando avevo già piantato i semi in terra e questo adattamento è stato traumatico per la pianta ma serve per esperienza, questo cambio di substrato ha fermato la crescita perdendo almeno un mese, ma è normale quando si fanno prove, non voglio usare pompe o troppa tecnologia, in natura la pianta non ha pompe, bisogna trovate la condizione ambientale adatta perchè cresca, ho anche una pianta di sedano e due di zucchine. Il concetto della coltivazione è valido serve solo trovare il metodo giusto. Grazie per le informazioni e la condivisione dell'esperienza in terra d'Australia, specie i zone aride o con scarsi terreni coltivabili, l'idroponica trovo sarebbe la soluzione, usando anche acqua di mare desalinizzata ma non completamente, i pomodori sono migliori quando è presente un pò di sodio, infatti vorrò provare ad aggiungerne in una scatola quando e se avrò dei frutti.
Buona giornata

Tell
Membro
Membro

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 26.06.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Dom Giu 26, 2011 11:47 pm

Caro Tell Grazie per il tuo commento. Certamente la ricerca prima o poi
dovra' portare i suoi frutti anche se le prime volte possono dimostrarsi contrarie. Certamente l`uso di erbe come substrato, e' da considerarsi ottimo, quando pero' la fermentazione e' stata compiuta, e il calore si e' spento. Su nella parte a Nord del Queensland in Australia, visitai un`isola che e' costituita solamente da sola sabbia. E considerata la piu' grande del mondo. La Frazer island e' lunga piu' di 100Km. Fui grandemente meravigliato per le foreste che trovai con alberi di piu' di 3 metri di diametro. Il loro nutrimento lo ricavavano appunto dalle foglie cadute e il concime prodotto da una grande varieta' di uccelli. Trovai anche ben 33 laghetti di acqua dolce purissima, grazie alle precipitazioni e il filtraggio dell`acqua dell`oceano Pacifico attraveso la sabbia.. Una cosa strana notai, lungo le sponde dei laghetti, non cresceva un filo d`erba. L`acqua era sterilizzata. Trovai anche parecchi goana, e dingo ed altri piccoli animali. Certamente quella striscia di sabbia fra il mare interno della costa e quello esterno dall`oceano, probabilmente una volta era collegato al continente. Congratulazioni comunque, sarei molto lieto se scriverai nuovamente descrivendo le tue esperienze e i risultati ottenuti. Ti saluto con un "Tara' " Cne significa
Arrivederci o a risentirci.

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Tell il Lun Giu 27, 2011 8:12 am

Buongiorno Cristiano,
descrivi il paradiso in quella terra magnifica, deve essere un luogo dall'intesa energia ambientale a giudicare la taglia degli alberi, hai visto cose stupende, del resto la natura è quanto di più bello conosciamo. Quando taglio l'erba faccio dei mucchi nel prato a ottobre la riunisco tutta assieme nel recinto formando tre strisce di 6-7 mt ciascuna larghe 2 alte 1 poi raccolgo l'urina in alcuni bidoncini che andrò a versare su questo fieno, contenendo urea, azoto,fosfati, urea, sodio ect.etc. favorisce la decomposizione,oltre che arricchire il substrato e infine spargo della cenere di legna ricca di potassio, da quando taglio l'erba a quando ci pianto le patate passano 10 mesi, non diventa ancora terra, ma le piante di patate rigogliose mi dicono che, così và bene. Quest'anno ho piantato anche alcune patate a polpa viola ( vitelotte), rustiche meno produttive ma più resistenti in caso di siccità, ho tenuto il recinto vicino al bosco, per evitare troppe ore di sole dirette sulla coltivazione che favorisce l'evaporazione dell'acqua. Quelle piante enormi nell'isola del Queensland traggono beneficio dal guano, infatti mia madre mi raccontava come la nonna sciogliesse gli escrementi delle galline nell'acqua e la versasse attorno alle piante di pomodori, ( senza esagerare altrimenti si brucia la pianta) ottenendo un'eccellente produzione.
Non mi pongo l'ottenimento di grandi risultati, per ora il traguardo è non far seccare la pianta e trovare il modo di produrre facilmente ed in modo economico del buon concime.
E' un piacere la conversazione, saludi dico nel mio dialetto.

Tell
Membro
Membro

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 26.06.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Mar Giu 28, 2011 1:17 pm

Carissimo Tell Grazie per la risposta.
Ho letto il tuo post. Certamente ti consiglierei di usare un po di calce spenta o dolomite perche' il terreno ha la tendenza ad inaccidire, e molte piante non crescono bene se e' troppo, alto oltre a quello che ci metti.
Qui una vecchia signora ha scritto un piccolo libro. Dopo aver fatto dei recinti con delle tavole, sul fondo essa poneva parecchi strati di giornale per tenere a bada le erbacce. Sopra ci metteva della paglia, poi del fieno di erba medica e alla fine un po di concime nei punti dove intendeva piantare. Inaffiava per diversi giorni e dopo metteva i semi. Riguardo l`Australia, paese in cui vivo da 57 anni, ho girato in lungo e in largo. Posso dirti che e' come un caleidoscopio. Lungo la costa e' abitato, come pure lungo il confine dello stato del Victoria con il New South Walles di cui il fiume Murray fa da confine. E grazie ai canali di irrigazione vaste aree sono state rese produttive dove in prevalenza si coltivano le viti, agrumi, olive e ortaggi di ogni genere. A Nord -Ovest
quasi vicino al confine con il Sud Australia c`e' una bella cittadina si chiama Mildura vivono molti Italiani che coltivano la vite. A vedere le loro farms (aziende agricole) rimani a bocca aperta nel vedere la vastita di vigneti che non vedi la fine. In primavera sembra di vedere un mare verde.
Anche nel Sud Australia ci sono delle enormi aziende. Mi fermai una volta ad osservare dall`autostrada; a circa 3 km di distanza si vedeva un`azienza vinicola, che pareva fosse una raffineria di petrolio, nelle centinaia di cisterne tutte in acciaio inossidabile contenevano vino.Passando da Mildura oltre il Murray lo scenario cambiava. Davanti a noi si presentava km di deserto. Sui lati si vedevano degli alberetti chiamati "Mulga" e ciuffi di spinifex, con in cima delle spine capaci di perforare le gomme delle macchine.
questi alberi appartengono alla famiglia delle acacia. Si contano 1300 varieta' di cui 960 sono qui in Australia.Cio ci ricorda quando Mose' fu incaricato da Dio di costruire l`arca del patto, nel deserto di Sinai. Adopero' appunto il legno di acacia, perche' e' un legno che non marcisce.Era il punto d`incontro con il popolo d`Israele.-In un'altro viaggio assieme a due dei miei figli ci siamo fermati di notte nel deserto per pernottare. Accendevamo un bel fuoco con rami di mulga,preparando la cena, e ci sedevamo a guardare la volta celeste, e nell`ammirare la miriade di stelle in un cielo nitido, era una meraviglia.
In due settimane percorremmo 6800 Km. Incontrammo dei luoghi abitati. Ci fermammo in un microscopico villagio, vivevano soltanto 10 abitanti. Dovevamo fare altri 200 km prima di incontrare un essere vivente. Quanta immensita' di spazio, il terreno era tuto piano.
Eppure vi erano delle farm che allevavano mucche e pecore, e difficile
capire dove vivevano i coloni, probabilmente erano diecine di Km lontani dall`autostrada. Termino per non annoiarti. "te saludo anche mi." Tara'

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Tell il Ven Lug 01, 2011 9:15 pm

Buongiorno Graziano,
il substrato d’erba secca ma diciamo fieno non presenta problemi, le piante di patate crescono rigogliose, problemi ci sono con i pomodori in acqua, le piante di una cassa erano appassite, e in precedenza notavo l’ingiallimento a puntini delle foglie conseguenza dei miei esperimenti, penso di provare nuovi modi di preparare il fertilizzante, che utilizzerò nella prossima stagione, nel frattempo ho semi da poco spuntati ( sempre pomodori) che passerò direttamente in acqua mentre le piante che ora sono in prova provengono dalla semina in terra, come dicevo lo shock del cambio di substrato e l’iniziale uso di fertilizzante d’alghe non è adatto anche se il negozio e la stessa azienda produttrice diceva il contrario. In ultima analisi mi fido delle mie esperienze.
So che l’acacia è un buon legno come in genere le piante cresciute nell’arido o al freddo, ho costruito un armadio in olmo, anche questo è un legno che un tempo era usato per costruire i carri, data la sua resistenza ed elasticità, sto anche pensando di costruire una bici del tipo recumbent con telaio in legno, ora stò solo pensando e ripensando per vedere se si forma un progetto soddisfacente.
Pensavo leggendo ai viaggi attraverso l’Australia sarebbe da visitare con un dirigibile del tipo ad aria calda e volendo con propulsione a pedali, o valutando un sistema fotovoltaico come alimentatore di un motore elettrico, è il mezzo aereo più sicuro conosciuto, è silenzioso, unico inconveniente, non sopporta venti oltre una certa velocità, per il resto si godrebbe di un panorama altrimenti impossibile da terra.
So cosa significa la sera guardar le stelle, d’estate salgo in montagna e la sera come una di queste, il cielo è terso e si vedono tante luci nel cielo come 20.000 anni fa gli aborigeni o i neanderthaliani qui da noi.
Penso che i grandi spazi siano benefici per l’uomo per il suo animo, che imparando a stare con se stesso migliora anche il rapporto con gli altri.
Salute

Tell
Membro
Membro

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 26.06.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Cristiano il Sab Lug 02, 2011 6:46 am

Caro Tell
Riguardo le colture di pomodori immersi nell`acqua contenente della soluzione nutritiva, potrebbe essere buona pero' devi tenere presente,
che le radici delle piante (anche di altre specie) hanno bisogno oltre il nutrimento anche di ossigeno. Quindi se l`acqua e' stagnante, ovviamente e' priva di ossigeno. Per i pomodori io ti consiglierei di usare una piccola pompa di 40 a 80 watt e un timer in modo di poter mettere in azione per 2 o 3 minuti la pompa ( Il consumo di energia elettrica e quindi irrisorio come spesa) Irrigando le piante a gocce, nel cadere la soluzione si ossigena. Puoi bagnare le tue piante due volte al giorno ed avrai buoni risultati. Visitare l`Australia in dirigibile? Ti avverto che e' 25 volte piu' grande dell`Italia. Abbiamo anche qui dei palloni a aria calda, ma generalmente non fanno viaggi lunghi. Devi considerare che hai bisogno di carburante per mandare aria calda al pallone, non credo che un fusto di benzina di 44 galloni te lo porteresti
dietro. Poi nell`interno del continente dove devi percorrere centinaia di Km prima di trovare dei rifornimenti, ma acqua da bere.Con il caldo che fa consumi molta acqua fino a un gallone al giorno (4.5 Litri)
Poi la propulsione a pedali? Pensi che ce la faresti a percorre una distanza dal sud partendo pr.ex. Da Port Augusta nel Sud Australia fino a Darwin nel Nord Territory. L`autostrada e' rettilinea, la distanza e' 2700 Km. Con pochi centri abitati e il rimanente quasi tutto deserto? No caro amico. A titolo informativo per farti comprendere la vastita di questo paese. Ci sono delle grandi aziende agricole, per l`allevamento di bestiame. Una di queste,nel Sud Australia, (le chiamano cattle stations,) e grande come il Belgio. Credo che in quella propieta' non troverai di piu' di una ventina di persone,e forse anche meno. Quando vanno a raccogliere il bestiame, vanno con dei piccoli elicotteri.Molte altre ci sono nel Nord,di poco piu' piccole.
Un caro saluto a te e a chi legge queste righe

Cristiano
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 40
Data d'iscrizione : 11.03.11
Località : Melbourne Australia

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Tell il Mar Lug 05, 2011 5:58 am

Buongiorno Cristiano,
si, in acqua le radici di pomodoro soffocano, infatti sollevando il cestello per alcuni minuti il gg dopo le foglie si sono riprese, sono vari fattori a condizionare lo sviluppo, vedo invece il sedano non patire in questo modo, anche se lo sviluppo è il 50% di quello in terra.
I dirigibili ad aria calda sono un interessante mezzo di trasporto su brevi distanze, l'autonomia dei non pressurizzati non supera le 3 ore e la velocità è di circa 15km/h, per i pressurizzati aumenta fino a 40km/h, la possibilità di stazionare in aria la silenziosità del mezzo, evitando aree ventose, e osservando le ore del mattino per levarsi in volo, permette di godere del paesaggio circostante in tutta tranquillità, su lunghe distanze è necessario un supporto logistico da terra che renderebbe l'impresa onerosa.
Buona giornata.

Tell
Membro
Membro

Messaggi : 5
Data d'iscrizione : 26.06.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da MarinoP il Sab Lug 30, 2011 11:30 am

ho visto in una azienda agricola a Pachino (SR)
che coltivano il pomodoro (ciliegino) con questa tecnica ... una cosa bellissima da vedere!!!

MarinoP
Membro
Membro

Messaggi : 27
Data d'iscrizione : 15.05.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da gdavide il Mar Set 13, 2011 4:53 pm

Cristriano, è uno spettacolo leggerti! Mi fai sognare!
avatar
gdavide
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 24.08.11
Età : 46
Località : Ferrara

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da agricoltore il Dom Set 25, 2011 12:45 pm

ma in nostro amico Cristiano che fine ha fatto?

è da un bel pò che non scrive
avatar
agricoltore
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 74
Data d'iscrizione : 13.03.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Giuseppino il Ven Nov 18, 2011 2:10 pm

Cristiano ... speriamo che sta bene... !!!

Giuseppino
Membro
Membro

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 16.05.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da cosimo il Sab Nov 26, 2011 9:26 pm

Cristiano ci fa brutti scherzi ...
ci dispiace averlo perso come utente ... so che ha circa 90 anni
speriamo bene

cosimo
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 06.06.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da gdavide il Sab Nov 26, 2011 9:38 pm

Dispiace anche a me. Mi piacciono le sue descrizioni. Speriamo bene.
avatar
gdavide
Membro attivo
Membro attivo

Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 24.08.11
Età : 46
Località : Ferrara

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da cactus il Ven Gen 27, 2012 10:58 am

mi sa che l'abbiamo perso a cristiano in tutti i sensi

cactus
Membro
Membro

Messaggi : 23
Data d'iscrizione : 09.03.11

Visualizza il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Idroponica

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum