Accedi

Ho dimenticato la password

Ultimi argomenti
» primo contatto
Mer Apr 26, 2017 11:17 am Da agronomo

» Semi di trifoglio
Mar Apr 04, 2017 10:42 am Da Antonella

» Melo portinnesti Geneva 11
Mar Apr 04, 2017 10:40 am Da Antonella

» galline non fanno uova
Dom Set 11, 2016 9:38 am Da Signor Pepperpot

» Bonus Occupazione
Sab Set 10, 2016 12:03 pm Da gioacchino

» UOVA FERTILI DI FARAONA GRIGIA
Gio Ago 11, 2016 11:24 am Da anna1

» Corso patentino fitofarmaci
Ven Lug 29, 2016 3:13 pm Da agronomo

» Vendo cassetta entomologica
Ven Lug 29, 2016 3:04 pm Da arielcasa

» Sono nuovo qui
Sab Lug 23, 2016 9:23 am Da tuttoagraria

» Sequoia Gigante
Mar Lug 19, 2016 7:45 pm Da mastrosimone

» [INFORMAZIONI]: Licuala cordata
Gio Lug 14, 2016 1:03 pm Da Agricoltore Toscano

» Foto alveare
Gio Lug 14, 2016 1:00 pm Da Agricoltore Toscano

» ape
Gio Lug 14, 2016 12:59 pm Da Agricoltore Toscano

» Gli oli 2T: consigli in rapporto al tipo di olio in uso
Gio Lug 14, 2016 12:49 pm Da Agricoltore Toscano

» Come preparare miscela per motosega
Mar Lug 12, 2016 1:28 pm Da Agricoltore Toscano

» Come costruire un passaggio su di una fossa di campo
Lun Lug 11, 2016 10:11 am Da Agricoltore Toscano

» Coltivazione piante grasse
Dom Lug 10, 2016 1:59 pm Da Agricoltore Toscano

» Disinfettare i tagli della potatura (alberi da frutto)
Sab Mar 19, 2016 7:34 am Da mastrosimone

» Richiamo per uccelli
Ven Mar 11, 2016 9:01 am Da mastrosimone

» Impollinazione artificiale kiwi
Gio Mar 10, 2016 6:56 pm Da mastrosimone

Novembre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Tuttoagraria

Tuttoagraria

TuttoAgraria
PER CHI DESIDERA CONTATTARE DIRETTAMENTE l'amministratore di TuttoAgraria
Giovan Vito Blonda
tuttoagrariablog@hotmail.com
LA LUNA OGGI
Sito di qualità
I postatori più attivi del mese

Sondaggio

Per poter poter portare i trattori ci vuole il patentino chi di voi è d'accordo?

50% 50% [ 53 ]
50% 50% [ 54 ]

Totale dei voti : 107

Parole chiave


InsectShop

Realizzo e vendo Cassette entomologiche
con tutti gli ordini da voi richiesti.


insect_shop@hotmail.com

Blog:

Cellulare: 3489188759



Ogm: bene rinuncia Monsanto, contrari consumatori e produttori europei. La superficie dedicata in Ue non arriva allo 0,1%

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ogm: bene rinuncia Monsanto, contrari consumatori e produttori europei. La superficie dedicata in Ue non arriva allo 0,1%

Messaggio Da tuttoagraria il Dom Lug 21, 2013 9:45 pm

La Cia commenta la decisione del colosso americano di ritirare tutte le domande già presentate all’Europa per coltivare nuovi prodotti “biotech”, con l’unica eccezione del mais MON810. In Italia finalmente c’è il decreto che ne vieta la coltivazione, ora però attivare la clausola di salvaguardia.
 
Quella della Monsanto è una decisione inevitabile, visto che la maggior parte dei consumatori e dei produttori europei si muove in direzione opposta agli Ogm. Non solo tre cittadini su cinque in Ue sono contrari ai cibi “biotech”, ma la stessa superficie agricola comunitaria dedicata alle colture geneticamente modificate è irrisoria, rappresentando oggi neppure lo 0,1 per cento del totale. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando la scelta dell’americana Monsanto di ritirare tutte le domande già presentate all’Ue per ottenere l’autorizzazione alla coltivazione di prodotti Ogm, con l’unica eccezione del mais MON810.
In Europa -ricorda la Cia- sono rimasti solo 5 Paesi (Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania) a coltivare Ogm, con 129 mila ettari di mais transgenico piantati nel 2012, una percentuale più che esigua rispetto al totale della superficie agricola utilizzata nell’Ue che ammonta a circa 170 milioni di ettari.
Anche in Italia stiamo procedendo bene: i ministri De Girolamo, Lorenzin e Orlando hanno infatti firmato il decreto contro la coltivazione del mais MON810. Ora però -spiega la Cia- bisogna procedere rapidamente all’attivazione della clausola di salvaguardia, come richiesto fermamente anche dalle Regioni. D’altra parte, la domanda alimentare nel nostro Paese è chiara e netta: cibo naturale, tipico, salubre, controllato, certificato e chiaramente etichettato, possibilmente a prezzi contenuti. Le nostre produzioni di eccellenza fanno grande il ‘made in Italy’ nel mondo, con esportazioni che muovono quasi 30 miliardi di euro l’anno. E i mercati stranieri chiedono vini, oli, formaggi, salumi e trasformati tipici dei nostri territori, con i loro sapori caratteristici assolutamente non omologabili. 


avatar
tuttoagraria
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 486
Data d'iscrizione : 04.11.10
Età : 38
Località : BERGAMO

Vedi il profilo dell'utente http://www.tuttoagrariablog.net

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum